Linux in 5 mosse, da NC a GM. Mossa 2C: comandi base di linux

Un bel giorno un novizio salì sulla montagna con la sua voglia insaziabile di imparare linux e il maestro che era indaffarato con Argentina vs Croazia partita dei mondiali rispose: “ma hai dato un occhiata a https://umbriawayinfo.wordpress.com/2018/06/21/linux-in-5-mosse-da-nc-a-superutente-gm-mossa-1-overview-quella-luce-in-fondo-al-tunnel-e-un-tir/? ” e l’allievo rispose “si ma non ce sta niente di quello che cerco”. Al che il maestro silenziò l’audio della diretta e chiese: “ma hai dato un occhiata a https://umbriawaypotenzia.wordpress.com/2018/06/21/linux-in-5-mosse-da-nc-a-gm-mossa-2a-la-struttura-delle-directory/?” e l’allievo rispose che non aveva trovato nulla di quello che cercava. Il maestro armandosi di molta santa pazienza chiese ancora “ma allora tutto quello che cerchi lo trovi su https://umbriawaysemplifica.wordpress.com/2018/06/21/linux-in-5-mosse-da-nc-a-gm-mossa-2b-la-shell-la-finestra-dei-comandi/“. L’allievo che non cercava la salvezza eterna rispose che non aveva trovato nulla neanche lì sui comande base di linux. Dopodiché la leggenda zen narra che il novizio fu scaraventato a valle dalla cima della montagna con una catapulta mentre il primo tempo tra le due grandi si consumò senza infamia e senza lode. Ora volendo di nuovo rompere il maestro potremmo fare anche noi qualche domanda. Tipo come faccio a vedere in formato lista il contenuto di una directory? Come faccio a cambiare la directory corrente? Come faccio a capire su quale directory sto lavorando? Come faccio a concatenare file e a vedere il loro contenuto? Come faccio a mostrare argomenti a video stampandoli tipo che so il path di unavariabile di ambiente? Come faccio a consultare il manuale in linea digitando quale comando? Come faccio a uscire dalla sessione di lavoro corrente e come faccio a pulire lo screen da tutti i comandi dati facendo diventare la mia bella lavagna pulita? Il maestro risponderebbe che tutte le risposte caro novizio sono dentro di te per cui in sogno riceverai l’illuminazione adeguata del tipo, rispettivamente in ordine per ogni domanda: ls, cd (che sta per change directory), pwd, cat, echo, man, exit e per finire il tanto agognato clear. Non era difficile imparare i comandi base di linux, bisognava chiedere solo con garbo al maestro. Con ls ottengo solo un elenco disordinato orizzontale mente con ls -l ottengo una lista ordinata piena di dettagli come l’immagine presente nell’ articolo. Attenzione perché tutti questi comandi sono case sensitive e LS oppure Ls non sarebbe la stessa cosa che digitare il giusto ls. Questo vale anche quando si deve digitare correttamente il nome della directory. Se non so cosa fa il comando ls posso interrogare il manuale di linux scrivendo man ls e mi compariranno tutte le opzioni disponibili per assolvere ai miei scopi. Digitando semplicemente cd se mi trovo in una sottodirectory posso risalire automaticamente in home. Come al solito il modo migliore di imparare questi comandi direbbe il maestro zen é sperimentare sperimentare e ancora sperimentare con la pratica e consultando la documentazione tramite il comando man che abbiamo come risorsa pratica per risolvere i problemi dirattemente sul campo.

Annunci

Blog su WordPress.com.

Su ↑