Creazione sito web Nocera Umbra e le immortali AJAX del mostro di Baku

Creazione sito web Nocera Umbra all’ indirizzo http://www.chessgames.com/perl/chessgame?gid=1011478 ha trovato questa interessante partita che vede protagonisti Garry Kasparov vs Veselin Topalov dove il nero si azzarda a impostare una difesa pirc ma viene piallato letteralmente da una girandola vorticosa di fuochi di artificio che rasano al suolo gli avamposti nemici e anche l’ottimismo del nero che deve aver pensato “ma costui pensa forse di giocarmi un immortale ah ah?”. Ebbene immortale fu, ma prima di approfondire i toni di questa interessante conversazione che vedono scacchisticamente protagonisti insieme a creazione sito web Nocera Umbra concetti come il centro, lo sviluppo dei pezzi veloce e performante, lo spazio, l’iniziativa dobbiamo avventurarci dentro le dinamiche di Ajax e della sua logica REQUEST —> RESPONSE ovvero perché dobbiamo fare in modo che la pagina non ricarichi ogni volta i contenuti ma che sia costantemente in contatto tramite l’oggetto XMLHttpRequest che va creato antecedendo la parola chiave NEW in JAVA SCRIPT. E’ bene anche ricordare che il modo in cui avviene il passaggio dei dati in questo io domandare e tu rispondi tramite computer locale e server passa attraverso i metodi GET e POST dove il primo fa transitare i dati tramite URL e il secondo più secondo tramite le intestazioni HEADER quindi in maniera nascosta. In questa sessione di approfondimento insieme a creazione sito web Nocera Umbra prenderemo in considerazione l primo metodo e lo analizzeremo in dettaglio. All’ indirizzo http://www.farwebdesign.com/example/ajax/3.html troviamo il primo esempio dove il metodo GET con JS non é controllato tramite una funzione di controllo. Inserendo un pulsante posso gestire una funzione richiamando un evento sul bottone in moto da azionare la richiesta ajax: http://www.farwebdesign.com/example/ajax/4.html. Dal punto di vista tecnico notare come il primo script sia assolutamente lineare nel senso che senza creare una funzione prima creo l’oggetto istanziandolo con la parola chiave new, poi apro la connessione per la richiesta con il metodo open, verifico i ready state per la risposta deve coincidere con 4 con la condizione IF e quando tutto sarà pronto spedisci la risposta ma prima scrivi qualcosa sul body in quel div e poi fai il metodo send. Poi se vogliamo gestire con il pulsante basta inserire il codice caso GET e JS con una funzione e richiamarla dal pulsante con <input type=”button” onclick=”sendajax()” value=”send ajax request”>. Molto interessante studiare i ready state e gli states in Ajax e in uno dei prossimi esempi con creazione sito web Nocera Umbra andremo a contemplare questa casistica.

Annunci

Ripasso contestuale: JQUERY metodo GET, POST e $.ajax{()}

Which one of the following ajax methods in JQuery is fast, easy and widely used? Naturalmente $.ajax{()} .Sul network umbriaway consultingabbiamo visto alcuni post interessanti di ripasso e consolidamento agli indirizzi https://umbriawaypotenzia.wordpress.com/2017/03/06/la-domanda-di-catalogo-on-line-valtopina-e-i-finali-sono-cosi-semplici-che-li-puoi-perdere-senza-le-richieste-asincrone-ajax/ oppure https://umbriawayfidelizza.wordpress.com/2017/03/07/ripasso-ajax-metodo-get-metodo-post-ma-conosci-le-proprieta-dell-oggetto-xmlhttprequest/ per esempio adesso non ci resta che vedere che cosa può fare JQUERY con le richieste asincrone AJAX, l’approccio é prima di visionare JQuery e il metodo GET tradizionale, poi quello di vedere JQuery e il metodo POST tradizionale poi di integrare quello che a noi interessa gestire in asincrono e cioé la funzione Ajax $.ajax{()} … come sappiamo JQuery semplifica notevolmente quello che é il lavoro sporco di Java Script con codice più snello e una maggiore facilità di entrare dentro gli elementi da modellare o manipolare dal momento che basta scrivere il famosissimo simbolo del dollaro seguito dal punto e con accessibilità oggetto all’ interno della parantesi, dopodiché posso anche continare con il punto per aggiungere metodi specifici etc etc. Codice più sintetico e leggibile queindi vale la pena sbatterci un pò il cranio. Nella gallery vediamo tutte le situazioni tipiche sviscerate in questa sessione di allenamento ossia Jquery che interagisce con il metodo GET e POST e poi una semplicissima funzione Ajax veloce veloce da leccarsi i baffi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑